Logo del blog zimplyfy con bolla e foglie come simbolo del blog blu
Bambini sani senza varicella corrono lungo un prato verso il sole

Combattere la varicella in modo naturale - affrontare la varicella

Piccole vesciche rosse e un prurito incredibile: questo descrive molto bene la varicella. Alcuni la ricordano dai tempi dell'asilo, altri potrebbero avere ancora delle piccole cicatrici bianche. Probabilmente c'è una cosa su cui tutti sono d'accordo: è davvero difficile non grattarsi le vesciche con tutto quel prurito. Che si tratti di vostro figlio o di voi stessi che avete ancora la varicella. Qui di seguito vi diamo alcuni consigli su come gestire questa voglia. Ma questo è solo uno dei tanti argomenti che tratteremo in questo post. Restate quindi sintonizzati e buona lettura!

Con metodi naturali, come le miscele spagiriche personalizzate di Zimply Natural, è possibile alleviare i disturbi in modo naturale e duraturo.

Che cos'è la varicella?

La varicella, nota anche come varicella, è una malattia virale altamente contagiosa. Colpisce soprattutto i bambini, anche se anche gli adulti possono contrarre la varicella. L'agente patogeno di questa malattia è il virus varicella zoster. La varicella si riconosce per la caratteristica eruzione cutanea pruriginosa, che può estendersi su tutto il corpo. Queste eruzioni si manifestano inizialmente come macchie rosse che si trasformano rapidamente in piccole vesciche piene di liquido e alla fine si incrostano. La trasmissione avviene principalmente per via aerea, ad esempio attraverso starnuti o tosse. Altri sintomi, oltre all'eruzione cutanea, sono la febbre e una sensazione di malessere generale. Ci sono alcuni gruppi a rischio che devono essere presi in considerazione, come le donne in gravidanza, i neonati o le persone con un sistema immunitario indebolito. Di seguito vi raccontiamo tutto quello che c'è da sapere sulla varicella. A partire dai sintomi e dai rimedi casalinghi per alleviare la malattia fino alle complicazioni e alle cicatrici. Spieghiamo anche il significato dell'interessante termine "vescica della pecora".

Lo sapevate che ...

La varicella era già stata descritta nel XVI secolo dal medico italiano Giovanni Filippo? Nel 1694, il medico inglese Richard Morton la identificò come una malattia a sé stante.

Come si trasmette la varicella e quali sono i gruppi a rischio?

Come si trasmette il virus della varicella zoster

La varicella può essere trasmessa molto rapidamente ed è una delle malattie più facilmente trasmissibili, soprattutto tra i bambini. I virus della varicella zoster si trasmettono solitamente per via aerea. Anche un piccolo colpo di tosse o uno starnuto di una persona infetta può diffondere nell'ambiente minuscole goccioline cariche di virus. Queste vengono poi inalate da altri e i virus possono diffondersi. Un'altra via di trasmissione è il contatto diretto con l'eruzione cutanea, poiché il liquido delle vescicole della varicella può finire sulle mani o su altre superfici. Da lì, il virus può essere facilmente trasmesso ad altre persone. La varicella è solitamente contagiosa da 1 a 2 giorni prima della sua comparsa. Ciò significa che si può essere malati e contagiosi, due fatti di cui non ci si rende conto finché non è troppo tardi. Si è altamente contagiosi fino a quando tutte le vesciche non si sono incrostate, il che di solito richiede da una a due settimane.

Questi sono i gruppi a rischio per la varicella

I neonati sono un gruppo altamente vulnerabile se le loro madri contraggono la varicella poco prima o dopo il parto. Infatti, se non hanno ricevuto gli anticorpi materni, non hanno alcuna protezione contro la malattia. In generale, la varicella è critica durante la gravidanza perché può causare infezioni al feto. In particolare, nel primo e nel secondo trimestre aumenta il rischio di sindrome della varicella fetale, che può provocare alterazioni nel nascituro. Sebbene la varicella sia conosciuta come una malattia infantile, anche gli adulti possono contrarla. Quando ciò accade, i sintomi sono di solito più gravi che nei bambini; aumenta anche il rischio di complicazioni. Le persone con un sistema immunitario indebolito costituiscono un altro gruppo a rischio. Tra questi vi sono le persone affette da HIV/AIDS o i pazienti oncologici sottoposti a chemioterapia o radioterapia. Inoltre, le persone affette da malattie croniche della pelle o dei polmoni, come ad esempio BPCO o Asma hanno anche un rischio maggiore di complicazioni dovute alla varicella. Oltre ai sintomi tipici, possono sviluppare polmonite o gravi infezioni della pelle.

Il bambino è sdraiato nel letto con accanto una bambola. Entrambi hanno piccole macchie rosse sul viso, che mostrano l'eruzione cutanea della varicella.

Questi sintomi sono tipici della varicella

La varicella si presenta con alcuni sintomi tipici, che la rendono facilmente riconoscibile. L'effetto caratteristico più comune è l'eruzione cutanea pruriginosa, che può essere suddivisa in tre fasi. Dapprima si formano delle macchie rosse sulla pelle, che si trasformano rapidamente in piccole vesciche piene di liquido. Queste vesciche poi scoppiano e formano piccole piaghe aperte che gradualmente si incrostano e guariscono. Altri sintomi sono febbre moderata, affaticamento, perdita di appetito e malessere generale. Questi sintomi di solito compaiono prima dell'eruzione cutanea, da uno a due giorni prima dell'eruzione. Questo può semplificare la diagnosi e l'eruzione cutanea può essere trattata in modo preventivo. La naturopatia non si occupa solo di alleviare i sintomi, ma anche di sostenere l'organismo nella sua lotta contro la malattia. Esistono alcuni rimedi naturali casalinghi che possono rafforzare il sistema immunitario e altri che possono alleviare l'eruzione cutanea.

Lo sapevate che ...

Che il tempo che intercorre tra l'infezione e l'insorgenza della malattia, cioè il periodo di incubazione, è in genere compreso tra 10 e 21 giorni?

È possibile alleviare i sintomi della varicella con questi rimedi naturali casalinghi

L'eruzione cutanea è di solito il sintomo più fastidioso e doloroso della varicella. In questo caso si può provare a fare un bagno rilassante con farina d'avena colloidale, poiché l'avena ha proprietà antinfiammatorie e lenitive. Aggiungete una tazza di farina d'avena colloidale a un bagno di acqua tiepida e immergetevi voi o il vostro bambino per circa 15-20 minuti. Per alleviare il prurito in alcune zone, si possono preparare impacchi freddi con camomilla. Immergete degli asciugamani appena lavati nell'infuso di camomilla e applicateli sulla zona interessata. Un altro consiglio che si può provare è quello di utilizzare una miscela di olio di lavanda e olio di cocco. Questa combinazione può essere utile perché la lavanda ha proprietà antisettiche e antinfiammatorie e l'olio di cocco idrata la pelle. Infine, si può provare anche il miele, soprattutto quello di manuka, noto per le sue proprietà antibatteriche. Basta applicarlo sulle croste di varicella per prevenire le infezioni e accelerare il processo di guarigione.

Le complicazioni e le malattie associate alla varicella

Complicazioni della varicella

La varicella è di solito una malattia lieve, ma in alcuni casi può portare a complicazioni gravi. Queste si verificano più frequentemente nei gruppi a rischio, come i neonati, gli adulti e le persone con un sistema immunitario indebolito. Tra le possibili conseguenze vi sono le infezioni cutanee secondarie, che possono verificarsi quando le vesciche vengono aperte con un graffio. I batteri possono penetrare attraverso le ferite aperte e causare infiammazioni. In rari casi, possono verificarsi polmoniti o addirittura encefaliti. Quest'ultima, tuttavia, è davvero rara. La sindrome di Reye è una condizione rara ma grave che può colpire il cervello e il fegato. Si verifica soprattutto nelle persone di età inferiore ai 18 anni che hanno assunto aspirina. Pertanto, ai bambini non dovrebbe essere somministrata l'aspirina durante un'infezione da varicella.

Malattie associate alla varicella

La malattia più comune e più conosciuta associata alla varicella è la seguente Scandole. Questo può verificarsi solo se la varicella è stata presente in passato. L'herpes zoster riattiva i virus della varicella zoster, che in precedenza erano inattivi nell'organismo. L'herpes zoster provoca spesso eruzioni cutanee dolorose e può provocare un dolore di lunga durata, noto come nevralgia post-erpetica. Di solito si manifesta negli adulti più anziani e dimostra il grande impatto che il virus varicella-zoster può avere sull'intera vita di una persona.

flacone spray Zimply Natural viene spruzzato in bocca La donna preme lo spruzzatore a pompa su uno sfondo nero
Facile da usare spruzzando in bocca

L'applicazione del vostro Spray per la varicella è molto semplice: lo spray va semplicemente spruzzato in bocca seguendo le istruzioni di dosaggio riportate sul flacone. Per ottenere il miglior effetto possibile e contrastare in modo ottimale le cause, si consiglia di utilizzare lo spray per un periodo più lungo, da sei a otto settimane. Come tipo di cura, spruzzare 3×3 spruzzi al giorno.

Come viene diagnosticata la varicella

La diagnosi della varicella è di solito relativamente semplice e si basa principalmente sui sintomi caratteristici e sulla tipica eruzione cutanea. L'eruzione cutanea inizia di solito con macchie rosse, che poi si trasformano rapidamente in vesciche pruriginose e infine in croste. Queste fasi dell'eruzione cutanea sono spesso così chiare che un medico esperto può fare una diagnosi semplicemente esaminando la pelle. In casi poco chiari o in gruppi a rischio, a volte viene effettuato un test di laboratorio. Vengono prelevati campioni dalle vesciche e testati per il virus della varicella zoster. Ciò consente di identificare il virus in modo rapido e preciso, il che è essenziale per un trattamento mirato e per il contenimento della contagiosità. Una diagnosi appropriata è molto importante per un trattamento mirato e quindi ottimizza la gestione della malattia. L'assistenza medica è essenziale, soprattutto per le donne in gravidanza e in allattamento, poiché è l'unico modo per prevenire gravi complicazioni.

Come si possono evitare le cicatrici della varicella?

Esistono alcuni consigli e trucchi per evitare la formazione di cicatrici da varicella, che ora vogliamo presentarvi. Il primo consiglio, che è ovvio, probabilmente vi farà pensare: è ovvio, ma lo diremo lo stesso. Non grattatevi! Perché se voi o il vostro bambino grattate le vesciche, questo può portare a danni alla pelle e ad un aumento del rischio di infezione. La prima cosa da fare in caso di prurito è alleviarlo. Basta scorrere di nuovo verso l'alto fino al punto "È possibile alleviare i sintomi della varicella con questi rimedi naturali casalinghi". È inoltre importante evitare le sostanze che possono irritare la pelle. Tra queste ci sono i saponi profumati e le creme per le mani. Utilizzate invece saponi e creme idratanti senza profumo per mantenere la pelle pulita e idratata. Cercate inoltre di tenere le unghie corte e tagliate per evitare danni alla pelle.

Lo sapevate che ...

Che il virus lascia un'immunità a vita contro ulteriori infezioni da varicella dopo l'infezione? Tuttavia, il virus può rimanere inattivo nell'organismo e ricomparire più tardi nella vita sotto forma di herpes zoster.

Queste piante medicinali possono alleviare i sintomi della varicella

La varicella è solitamente accompagnata da un'eruzione cutanea molto pruriginosa. L'area viene grattata, rompendo la barriera cutanea e aprendo la porta a infezioni secondarie. Perché Cardiospermum è antinfiammatorio e quindi allevia il prurito, non ci si gratta più sulla ferita e questa può chiudersi e guarire. La barriera cutanea è ripristinata e il rischio di infezioni secondarie è scongiurato.

Camomilla è utile per le ferite cutanee in tre modi. Lenisce la zona irritata, agisce contro potenziali infezioni e favorisce la guarigione della pelle. Le mucillagini contenute sono particolarmente utili in questo caso. Leniscono l'irritazione e stimolano la rigenerazione dei tessuti.

Fin dall'antichità, il Rockrose ha una buona reputazione come pianta medicinale per le malattie della pelle. La resina della pianta in particolare, nota come labdano, si è quindi assicurata un posto di rilievo nell'industria cosmetica. I test di laboratorio hanno dimostrato che questa resina combatte con successo funghi e batteri, favorendo così la guarigione della pelle. Allo stesso tempo, i preparati contenenti labdano alleviano il prurito delle infiammazioni cutanee e favoriscono la rigenerazione dei tessuti.

Esiste un'ampia gamma di malattie della pelle che sono associate a vesciche e dolore. Ad esempio, le infezioni da herpes virus nell'ambito di un'infezione da herpes simplex o l'herpes zoster. Rhus toxicodendron inibisce l'infiammazione e calma i nervi irritati, riducendo il dolore. Si riduce anche l'eruzione cutanea con il suo intenso prurito, che diventa molto più piacevole per la persona colpita.

Il Cicerchia contiene una serie di sostanze che hanno un effetto antinfiammatorio. Viene utilizzata per i problemi della pelle. La cicerchia si trova spesso come componente di unguenti a base di erbe per la guarigione delle ferite, ma può anche essere usata direttamente con impacchi di piante fresche. L'infiammazione si ritira dalla zona interessata e la pelle può rigenerarsi e guarire.

Le malattie erpetiche sono causate da virus erpetici diversi e quindi provocano anche manifestazioni erpetiche diverse. L'herpes può quindi manifestarsi come herpes labiale, varicella, herpes zoster o simili. Tutti i virus dell'herpes hanno la proprietà di persistere nell'organismo e di emergere quando il sistema immunitario è debole. Il Rondine contribuisce a ridurre la quantità di virus dell'herpes e quindi a dare sollievo all'organismo e al suo sistema immunitario.

Zimply Natural - il vostro supporto naturale per la varicella

Con Zimply Natural siamo l'alternativa agli antidolorifici, ai sonniferi e ai preparati standard. Siamo la vostra medicina! Per le nostre miscele utilizziamo il secolare metodo naturopatico della medicina spagirica. Il Spagirico combina i principi attivi erboristici e gli elementi fitoterapici del Piante medicinalile qualità dei sali minerali, nonché le informazioni sottili delle piante medicinali e il potenziale energetico dei fiori di Bach.        

Con metodi naturali, come le miscele spagiriche personalizzate di Zimply Natural, è possibile alleviare i disturbi in modo naturale e duraturo.

FAQ: Domande e risposte sulla varicella

Chi ha avuto la varicella può contrarre l'herpes zoster?

Sì, è vero. Le persone che hanno avuto la varicella nel corso della loro vita possono sviluppare in seguito Scandole svilupparsi. Fino alla comparsa dell'herpes zoster, i virus inattivi della varicella zoster rimangono dormienti nelle cellule nervose del corpo e non si fanno notare. Possono passare anni o decenni prima che si manifesti un'epidemia, fino a quando il sistema immunitario non si indebolisce a causa di stress, malattie o età. L'herpes zoster si presenta come un'eruzione cutanea dolorosa, caratterizzata da vesciche che di solito compaiono su un lato. Oltre all'eruzione cutanea, possono manifestarsi effetti quali dolore, bruciore, intorpidimento o formicolio nella regione cutanea colpita. In alcune persone l'herpes zoster provoca un dolore a lungo termine, noto come nevralgia post-erpetica.

La varicella è la stessa cosa delle vesciche di pecora?

Sì, la varicella è la stessa cosa della varicella. Entrambi sono nomi diversi per la stessa malattia, causata dal virus varicella zoster. Il termine "vesciche di pecora" è un vecchio eufemismo e oggi non viene più usato così spesso. La varicella è particolarmente diffusa tra i bambini, ma anche gli adulti possono contrarla, soprattutto se non sono vaccinati. Tuttavia, la varicella non deve essere confusa con il vaiolo. Si tratta del vaiolo, che in passato era una causa comune di morte. Tuttavia, è stata debellata dalla vaccinazione antivaiolosa nel 1980.

Come impedire ai bambini di grattarsi le vesciche?

Nel caso dei bambini piccoli, di solito si preferiscono metodi naturali per lenire il prurito. Per evitare irritazioni cutanee, è consigliabile indossare guanti con i bambini piccoli o i neonati. Questo può essere particolarmente utile di notte. È sufficiente mettere dei guanti sulle mani del bambino, ma si possono usare anche dei calzini. Come per gli adulti, la cura regolare delle unghie è molto importante. Cercate quindi di mantenere le unghie corte e pulite. Un altro consiglio è quello di indossare un abbigliamento adeguato. Sono adatti indumenti larghi, leggeri e morbidi, realizzati con tessuti naturali come il cotone. Non devono irritare la pelle o impedire la circolazione dell'aria.

Scopri le nostre ricette

I metodi naturali, come gli spray spagirici personalizzati di Zimply Natural, possono essere utilizzati per trattare e alleviare in modo duraturo i disturbi.

Scopri altri post del blog

Tutto sulla salute olistica

Tratto gastrointestinale
Trattare la sindrome dell'intestino irritabile con i rimedi erboristici: quali piante medicinali ci sono nella nostra miscela?
Miscela per la sindrome dell'intestino irritabile Metodi naturali come gli spray spagirici personalizzati di Zimply Natural possono essere utilizzati per trattare e alleviare i sintomi in modo duraturo. Acquista ora a soli 24,99 euro Cos'è la sindrome dell'intestino irritabile? La sindrome dell'intestino irritabile (IBS) è un disturbo digestivo che colpisce l'intestino crasso ed è molto...
Una donna si guarda allo specchio e si accarezza la guancia con un dito.
Amare la propria pelle: approcci di trattamento naturale per la rosacea
Rosacea - una malattia di cui probabilmente non si sente parlare spesso, ma che si riscontra più spesso di quanto si pensi. Questa patologia cutanea si manifesta con una colorazione rossastra del viso e può essere anche dolorosa. Poiché l'aspetto può anche...
Una donna si siede a letto e si tiene la pancia per il dolore
Trattamento naturale del morbo di Crohn: consigli e rimedi casalinghi
Il morbo di Crohn è una malattia infiammatoria e cronica di origine sconosciuta. In Germania, più di 320.000 persone soffrono di malattie infiammatorie intestinali come la colite ulcerosa o il morbo di Crohn. In questo post vogliamo darvi alcuni consigli naturali e...
I bucaneve fioriscono su un prato verde in primavera, il sole splende
Godetevi la primavera con tutti i sensi
L'inverno è finalmente finito! Le temperature si alzano, i fiori occasionali danno colore alla vita di tutti i giorni e gli alberi apparentemente senza vita si svegliano dal letargo e formano le prime gemme e foglie. La primavera ci scuote dal torpore invernale...
uomo malato con coperta sulle spalle che si soffia il naso
Consigli per la stagione fredda
L'epidemia di influenza 2020/2021 è stata cancellata a causa del coronavirus. Ma nelle ultime settimane tutti hanno avuto la sensazione che nessuno stia davvero migliorando. Che si tratti di familiari, amici, colleghi di lavoro o di se stessi, tutti conoscono qualcuno che ha il raffreddore...

Iscriviti subito alla nostra newsletter!

Ricevere contenuti rilevanti sul tema della salute