Logo del blog zimplyfy con bolla e foglie come simbolo del blog blu
Donna sdraiata su fenicottero nel mare

Assicuratevi di usare la giusta protezione solare!

Il sole ci attira fuori di casa, ci fa venire voglia di andare in vacanza al mare e ci regala l'abbronzatura estiva. 

Tuttavia, spesso sottovalutiamo la potenza dei raggi solari. Spesso ci vuole troppo tempo per applicare con cura la crema solare su tutto il corpo o semplicemente siamo troppo pigri per fare questo sforzo. Soprattutto all'inizio dell'anno, nelle prime calde giornate estive, il sole va goduto con cautela! 

Una nota che dice: non saltare la protezione solare

Dopo i lunghi mesi invernali, la pelle reagisce in modo particolarmente sensibile al sole. La prima scottatura può arrivare prima di quanto si pensi. Una protezione solare con fattore di protezione solare è quindi d'obbligo! 

In questo articolo verrà verificata la veridicità di alcuni fatti relativi all'esposizione al sole. Inoltre, spiega gli effetti di un'eccessiva quantità di radiazioni UV sulla pelle e fornisce consigli per un'esposizione sana al sole e per la cura post-sole.

È vero? Fatti o miti sull'esposizione al sole

"La pelle abbronzata protegge dalle scottature"

Questa è una mezza verità. È vero che se la pelle è stata esposta al sole più spesso, si arrossa meno rapidamente. Tuttavia, è generalmente vero che ogni ora in più di esposizione al sole comporta un ulteriore stress per la pelle. La pelle rappresenta. L'effetto "abbronzatura" è un meccanismo di protezione della pelle. È, per così dire, il fattore di protezione solare proprio dell'organismo. Tuttavia, questo fattore è molto basso e non è quindi sufficiente a proteggere adeguatamente la pelle.

"Il sole fa bene alla psiche".

Proprio così! Ciò è dovuto alla produzione dell'ormone della felicità, la serotonina, che viene attivata dalla luce del giorno e ha un effetto positivo sull'umore. Ma non è solo la psiche a essere influenzata positivamente. Il sole provoca anche altri effetti positivi nel nostro corpo. Favorisce il nostro ritmo naturale di sonno-veglia e rafforza il nostro sistema immunitario attraverso una sana Dormire nostro Sistema immunitario e la nostra concentrazione. I raggi solari favoriscono anche la formazione di vitamina D nella nostra pelle. La vitamina D favorisce la crescita dei muscoli e delle ossa ed è importante per il normale funzionamento del sistema immunitario.

"Solo quando la pelle diventa rossa è pericoloso".

Questo non è del tutto vero. Le scottature solari sono causate dai raggi UVB a onde corte, ovvero i danni immediatamente visibili alla pelle. I raggi UVA, invece, penetrano più in profondità nella pelle e possono causare danni al DNA. Gli effetti negativi del sole si sommano a lungo termine e hanno un impatto sull'aspetto della pelle. Nel peggiore dei casi, la sovraesposizione regolare al sole può portare al cancro della pelle. Con l'avanzare dell'età, la pelle ha sempre più difficoltà a riprendersi dai danni provocati dal sole: ecco perché è così importante applicare una protezione solare alla pelle.

"All'ombra non ci si scotta".

Naturalmente all'ombra si è meno esposti alle radiazioni rispetto al sole cocente, ma anche qui ci si può scottare se la radiazione UV è molto elevata. Le superfici chiare come la sabbia, l'acqua o gli edifici riflettono fino a 85 % dell'intensità della radiazione. Chi ha la pelle particolarmente sensibile può scottarsi anche sotto l'ombrellone.

"Più spesso applico la crema, più sono protetto".

La protezione solare prolunga il tempo di protezione della pelle. Senza crema solare, questo tempo è di circa 10-30 minuti. Se si utilizza una crema con un fattore di protezione solare, il tempo di protezione viene prolungato una volta. Se si applica la crema solare una seconda volta, il fattore di protezione solare non viene raddoppiato. Tuttavia, è opportuno riapplicare la crema solare dopo qualche ora, poiché la protezione si perde parzialmente a causa del sudore, dell'acqua o dello sfregamento. Anche in questo caso, l'applicazione non prolunga la protezione, ma serve solo a mantenerla.

"Molto aiuta molto"

Proprio così! La maggior parte delle persone usa la crema solare con troppa parsimonia. La regola empirica è: 2 milligrammi di crema per centimetro quadrato di pelle. Se siete alti 1,80 metri, sono circa 3 cucchiai di crema solare. Un bambino piccolo ha bisogno di circa 1 cucchiaio. Più chiaro è il colore della pelle, più alto deve essere il fattore di protezione solare. Assicuratevi inoltre che la crema abbia un filtro sia UV-A che UV-B. Se si utilizza una crema solare spray, è necessario spalmare lo spray in seguito per proteggere sufficientemente la pelle. Le zone particolarmente sensibili, come le orecchie o il naso, necessitano di una dose supplementare di protezione solare e non devono essere dimenticate.

Perché la protezione solare è così importante!

Prevenire l'invecchiamento precoce della pelle e il cancro della pelle

Donna che applica la crema solare sulla spiaggia

L'estate è la stagione preferita da molti. Prendere il sole è semplicemente parte di essa. È importante non sottovalutare le conseguenze delle scottature solari. La pelle è l'organo più grande del nostro corpo e deve essere protetta. 

Per questo molti dermatologi affermano: "La pelle non dimentica mai", ricorda ogni scottatura e in alcuni casi le cellule tumorali iniziano a crescere molto lentamente. 

In sostanza, troppi raggi UV possono distruggere il collagene dell'organismo. Di conseguenza, la pelle perde elasticità e si accelera la formazione di rughe e l'invecchiamento cutaneo. L'eccessiva esposizione alle radiazioni aumenta anche la pigmentazione della pelle e si possono sviluppare macchie senili.

5 regole per prendere il sole

  1. Conoscere la sensibilità della propria pelle al sole. È importante sapere a quanto sole si può esporre la propria pelle. Alcune persone hanno un rischio maggiore di sviluppare il cancro della pelle rispetto ad altre. La sensibilità al sole è uno di questi rischi. Altri rischi includono una maggiore incidenza di cancro della pelle nei parenti, molti nei e molte scottature nel corso della vita.
  2. Evitare il caldo di mezzogiorno. I raggi UV sono più forti a mezzogiorno. È quindi consigliabile ritirarsi all'ombra a mezzogiorno e rimandare l'esposizione al sole al pomeriggio.
  3. Non rimanete al sole troppo a lungo. Alcune persone con la pelle particolarmente sensibile possono scottarsi dopo soli 5 minuti di sole cocente. Altri si sdraiano in spiaggia tutto il giorno e se la cavano senza problemi. In sostanza, non bisogna stressare troppo la pelle ed è meglio uscire dal sole dopo la metà del tempo di protezione.
  4. Proteggete anche le labbra. Esistono prodotti speciali per le labbra con un fattore di protezione solare che le proteggono dai raggi solari. Se idratate il viso, in genere tralasciate le labbra e le esponete al sole senza protezione. A lungo termine, questo può portare allo sviluppo di herpes labiale o addirittura di cancro alle labbra.
  5. Prestare attenzione all'età della crema solare. La crema solare perde la sua protezione con il passare del tempo. Di norma, l'efficacia è garantita fino a 12 mesi.

Cura dopo l'esposizione al sole

Dopo una giornata di relax al sole, è importante prendersi cura della pelle in modo adeguato. Il sole è un fattore di stress per la pelle. Le aree sensibili della pelle devono essere protette da danni permanenti con la giusta cura.

Una volta tornati a casa, è consigliabile fare una doccia. Utilizzate creme detergenti delicate per rimuovere dalla pelle eventuali residui di crema solare, sudore o sabbia. Dopo un'abbondante esposizione al sole, non bisogna stressare ulteriormente la pelle e quindi non bisogna usare esfolianti o detergenti irritanti.

È inoltre necessario fare un po' più di attenzione quando ci si asciuga dopo l'abbronzatura e tamponare il corpo con delicatezza invece di strofinare selvaggiamente.

Per lenire la pelle e ripristinare l'idratazione persa, è utile utilizzare prodotti doposole. Hanno un effetto rinfrescante sulla pelle e proteggono da pelle tesa e prurito.

Assicuratevi che i prodotti cosmetici o i profumi che applicate sulla pelle stressata dal sole siano privi di coloranti artificiali o additivi chimici. Se siete stati al sole un po' troppo a lungo, alcuni rimedi casalinghi possono aiutarvi ad attenuare il rossore:

  • Impacchi freddi di tè verde
  • Maschera al quark o allo yogurt
  • Fette di cetriolo
  • Aloe Vera
Acqua con limone, cetriolo e menta

Non dimenticate di bere a sufficienza!
Questo aiuta l'organismo a reintegrare le sue riserve di idratazione dall'interno. Nella stagione calda, un adulto dovrebbe bere almeno 3 litri di acqua al giorno. Naturalmente, la quantità dipende anche dall'attività fisica svolta durante il giorno. 

Per esempio, si può facilmente preparare una bevanda estiva rinfrescante con acqua liscia, fette di limone, cetriolo, menta e molto ghiaccio.

Scopri le nostre ricette

I metodi naturali, come gli spray spagirici personalizzati di Zimply Natural, possono essere utilizzati per trattare e alleviare in modo duraturo i disturbi.

Scopri altri post del blog

Tutto sulla salute olistica

Donna seduta su una poltrona davanti al suo computer portatile, ridendo
Lavorare in modo sano: Consigli naturali contro l'assenteismo
Ammalarsi al lavoro: si sa che è una cosa brutta, ma tutti l'hanno fatto prima o poi. Ma quando si arriva al lavoro, di solito si pensa: perché non sono rimasto a casa? Per di più, in giorni come questo...
Segno con il termine benessere, malattie più comuni
Contro l'influenza, la gastrite, ecc.: consigli per le malattie più comuni
Tabella dei contenuti Combattere l'influenza in modo naturale - rimedi casalinghi e altri suggerimenti Sollievo naturale per la BPCO: la broncopneumopatia cronica ostruttiva Ecco come alleviare i sintomi dell'asma in modo naturale Sollievo naturale per i reumatismi con rimedi casalinghi Potete curare la gastrite con questi consigli...
Donna sdraiata su un prato con un cappello sul viso che prende il sole. Evitare l'allergia al sole
Curare l'allergia al sole in modo naturale - rimedi casalinghi per la dermatite leggera
È capitato a tutti: siete in vacanza e avete trascorso una bella giornata in spiaggia. Poi, la sera, si scopre improvvisamente un colore rosso sulla pelle. Ma cosa succede quando questo sfogo appare in tanti piccoli punti?
Donna che tiene davanti a sé un modello di utero. Sull'utero si possono riconoscere i segni della PCOS e altro ancora.
Naturalmente contro la PCOS - Sindrome dell'ovaio policistico
PCOS è un termine che probabilmente alcune persone non hanno mai sentito nominare. È l'abbreviazione del complicato termine "sindrome dell'ovaio policistico" e si riferisce a un disturbo ormonale che comporta molte restrizioni. Tra le altre cose, può influire sulla...
Bambini sani senza varicella corrono lungo un prato verso il sole
Combattere la varicella in modo naturale - affrontare la varicella
Piccole vesciche rosse e un prurito incredibile: questo descrive molto bene la varicella. Alcuni la ricordano dai tempi dell'asilo, altri potrebbero avere ancora delle piccole cicatrici bianche. Probabilmente c'è una cosa su cui tutti sono d'accordo:...
Una donna si siede sul divano e ha un attacco di tosse asmatica
Metodi naturali per controllare l'asma: il vostro spray senza cortisone
L'asma: tutti ne hanno sentito parlare e alcuni ne sono addirittura affetti. Si tratta di una malattia respiratoria cronica che può rendere la vita difficile e talvolta togliere letteralmente il respiro. Ma quali sono i fattori scatenanti...

Iscriviti subito alla nostra newsletter!

Ricevere contenuti rilevanti sul tema della salute