Logo del blog zimplyfy con bolla e foglie come simbolo del blog blu
Una donna si siede su una sedia e si tranquillizza

Combattere gli attacchi di panico in modo naturale - aiutare se stessi e gli altri

Tutti hanno probabilmente sentito parlare di attacchi di panico. Forse li avete anche sperimentati voi stessi. Se è così, sapete che non è affatto un'esperienza piacevole e che non la augurereste a nessun altro. Ecco perché abbiamo riassunto qui di seguito i punti più importanti sugli attacchi di panico e i modi efficaci per affrontarli. Se tutto questo vi sembra interessante e volete saperne di più, vi auguriamo una buona lettura!

Con metodi naturali, come le miscele spagiriche personalizzate di Zimply Natural, è possibile alleviare i disturbi in modo naturale e duraturo.

Cosa sono gli attacchi di panico?

Gli attacchi di panico sono episodi o momenti improvvisi di intensa paura e disagio. Di solito gli attacchi durano solo pochi minuti e quindi passano rapidamente. I sintomi vanno dalle palpitazioni alla mancanza di respiro, ma possono variare da persona a persona. La vita quotidiana può essere molto influenzata dagli attacchi di panico, soprattutto perché spesso si ha un'estrema paura di attacchi ricorrenti. Le cause spesso non sono immediatamente evidenti, ma ci sono diversi fattori che aumentano il rischio di soffrire di un attacco. Tra questi, il consumo di determinate sostanze, lo stress, i traumi e la genetica. Di seguito vi presentiamo alcuni modi per affrontare gli attacchi di panico e alcuni consigli su come sconfiggere un attacco.

Lo sapevate che ...

Che gli studi hanno dimostrato che esiste uno stretto legame tra gli attacchi di panico e i disturbi del sonno? Ciò significa che le persone con disturbi del sonno hanno un rischio maggiore di sviluppare attacchi di panico. Al contrario, gli attacchi di panico possono ovviamente influire anche sul sonno.

Ecco le possibili cause e i fattori scatenanti degli attacchi di panico

Il ruolo della psiche negli attacchi di panico

I fattori psicologici giocano un ruolo molto decisivo nello sviluppo degli attacchi di panico. Un disturbo d'ansia generalizzato, ad esempio, può portare a paure e preoccupazioni schiaccianti e regolari. Questa è la base adatta per gli attacchi di panico, anche in momenti in cui non c'è una minaccia evidente. Anche esperienze traumatiche passate, come un'aggressione o un incidente d'auto, possono portare al panico nella vita quotidiana. Tali esperienze possono intensificare i sentimenti di insicurezza e minaccia. Uno stato di tensione può essere causato anche dallo stress cronico. Lo stress e sorgono problemi personali o professionali persistenti. Questo può portare a lungo termine a un'ansia anormale e di conseguenza a favorire gli attacchi di panico.

Attacchi di panico e genetica

La genetica svolge un ruolo interessante nello sviluppo degli attacchi di panico. Si ritiene che le predisposizioni genetiche che possono rendere suscettibili agli attacchi di panico possano essere ereditate. Quindi, se nella vostra famiglia c'è una storia di disturbi d'ansia, è più probabile che ne sviluppiate uno anche voi. Anche i neurotrasmettitori possono svolgere un ruolo nello sviluppo degli attacchi di panico. I neurotrasmettitori serotonina o GABA sono importanti in questo caso, poiché influenzano l'umore e l'ansia e possono quindi favorire il panico. Anche gli ormoni possono favorire gli attacchi di panico, poiché vengono rilasciati durante fasi della vita come la pubertà, Mestruazionigravidanza o Menopausa sono molto volatili.

Influenze ambientali che possono avere un impatto sugli attacchi di panico

Gli equilibri neurochimici del cervello possono essere influenzati anche dal consumo di sostanze come caffeina, alcol o droghe. Questi squilibri possono aumentare il rischio di attacchi di panico. Alcune malattie, come le malattie cardiovascolari, le malattie respiratorie o le Problemi alla tiroide possono contribuire agli attacchi di panico in quanto sottopongono l'organismo a stress. Anche la mancanza cronica di sonno, una dieta non sana e la mancanza di esercizio fisico hanno questo effetto. Questi fattori possono intensificare la risposta dell'organismo allo stress, aumentando il rischio di attacchi di panico.

Come possono influire gli attacchi di panico

Durante l'attacco di panico

I sintomi fisici di un attacco di panico possono essere molto vari. I più comuni sono palpitazioni, dolore al petto, respiro corto, tremori, vertigini, nausea, sudorazione e formicolio alle estremità. Inoltre, gli attacchi di panico sono spesso accompagnati da un'intensa ansia. Si può temere di perdere il controllo o di impazzire. Inoltre, si può sentire un bisogno irrefrenabile di nascondersi o di fuggire. Sebbene gli attacchi di panico durino di solito solo pochi minuti, possono sembrare un'eternità. Questo breve periodo può sembrare uno dei momenti peggiori della vostra vita.

Dopo l'attacco di panico

Tuttavia, questo momento passerà e probabilmente all'inizio proverete un grande sollievo. I sintomi si sono attenuati e la fase peggiore è passata. La sensazione successiva sarà probabilmente di forte stanchezza, poiché gli attacchi di panico sono molto drenanti. Un'altra emozione che di solito si prova dopo un attacco di panico è la paura. La paura di ulteriori attacchi che vi riporteranno in questo stato di fragilità. Potreste anche avere la forte sensazione che il prossimo attacco sia imminente. Tuttavia, di solito non è così. Tuttavia, il tutto porta a un monitoraggio più attento e a una maggiore tensione nel corpo. Si possono anche evitare i luoghi in cui si è già avuto un attacco di panico. Questo può ovviamente essere utile in alcune situazioni. Nei casi più estremi, tuttavia, può portare all'isolamento sociale e a una riduzione della qualità della vita.

Lo sapevate che ...

Che i disturbi di panico possono manifestarsi anche nei bambini e negli adolescenti? Tuttavia, i sintomi e le cause scatenanti degli attacchi di panico nei bambini sono diversi da quelli degli adulti. Inoltre, spesso possono essere confusi con problemi come l'ansia da separazione o l'ansia sociale.

Combattere gli attacchi di panico: ecco come fare

Consigli su come comportarsi durante un attacco di panico

Una donna si siede con le mani tra i capelli contro un muro e mi tiene la testa

Durante un attacco di panico, si è naturalmente in preda al panico, ma è importante cercare di calmarsi. Naturalmente è più facile a dirsi che a farsi, ma di seguito vi diamo alcuni suggerimenti. Durante un attacco, cercate di calmare la respirazione, inspirando profondamente dal naso ed espirando dalla bocca. Dovete anche calmare i vostri pensieri, che spesso portano a una spirale negativa. Rassicuratevi che l'attacco passerà e rassicuratevi. Inoltre, si può provare a pensare alla fine dell'ultimo attacco, perché anche questo è passato alla fine. È anche una buona idea andare in un ambiente tranquillo, in modo da non stimolare ulteriormente i nervi. È meglio ridurre gli stimoli, come luci intense e rumori forti, che possono aumentare il panico. Anche una distrazione, come contare i numeri al contrario o guardare un'immagine, può essere utile.

Come aiutare gli altri durante un attacco di panico

Assistere a un attacco di panico può ovviamente essere spaventoso all'inizio. La cosa migliore che potete fare per voi stessi e per l'altra persona è mantenere la calma. Questo darà alla persona interessata un senso di sicurezza. È inoltre importante far sapere all'altra persona che si è consapevoli che sta avendo un attacco di panico. È meglio dire alla persona che un attacco di panico può essere spaventoso, ma che passerà. Proponete anche di fare insieme degli esercizi di respirazione e di inspirare ed espirare lentamente. In questo modo la persona interessata saprà che non è sola. Tuttavia, evitate di dire frasi come "Calmati", perché tendono a mettere sotto pressione o a irritare la persona. Utilizzate invece frasi come "Passerà" o "Sei al sicuro". Anche un ambiente tranquillo e una distrazione possono aiutare a calmare la persona, poiché molti stimoli tendono a peggiorare il panico.

Rimedi casalinghi naturali con effetto calmante

Un rimedio casalingo che può generalmente aiutare a diventare più rilassati e calmi è, ad esempio, un certo tipo di tè. Si tratta di varietà come la camomilla, la menta piperita o la passiflora, che possono avere un effetto rilassante. Possono anche contribuire a una sana gestione dello stress. Anche i preparati a base di erbe, come la radice di valeriana o l'olio di lavanda, sono spesso utilizzati per calmare i nervi. La lavanda, insieme al rosmarino e al bergamotto, viene spesso utilizzata anche nell'aromaterapia. Questa si basa sull'inalazione di fragranze calmanti per favorire il rilassamento e ridurre lo stress. Per promuovere la salute generale, è consigliabile prestare attenzione all'alimentazione. Puntate su una dieta equilibrata, ricca di frutta, verdura, prodotti integrali e grassi sani.

flacone spray Zimply Natural viene spruzzato in bocca La donna preme lo spruzzatore a pompa su uno sfondo nero
Facile da usare spruzzando in bocca

L'applicazione del vostro Antipanico-Spray iTra l'altro, il trattamento è molto semplice: lo spray va semplicemente spruzzato in bocca seguendo le istruzioni di dosaggio riportate sul flacone. Per ottenere il miglior effetto possibile e contrastare in modo ottimale le cause, si consiglia di utilizzare lo spray per un periodo più lungo, da sei a otto settimane. Come tipo di cura, spruzzare 3×3 spruzzi al giorno.

Questi esercizi e pratiche possono aiutarvi a diventare più rilassati

Un esercizio di respirazione che può aiutarvi nelle situazioni di stress

Gli esercizi di respirazione possono essere molto utili per radicarsi un po' nelle situazioni di stress. Ma hanno anche un grande effetto durante gli attacchi di panico. Cercate di concentrarvi sull'inspirazione e l'espirazione profonde e consapevoli. Si può usare come guida la tecnica di respirazione 4-7-8, in cui si inspira prima dal naso per quattro secondi. Poi si trattiene il respiro per sette secondi e si espira per otto secondi. Fate una specie di "whoosh" con le labbra premute. Ripetete questo procedimento per quattro volte, possibilmente due volte al giorno.

Meditazione e mindfulness

La meditazione può anche aiutarvi a trovare il vostro centro e a calmarvi. Per farlo, sedetevi in un luogo tranquillo, chiudete gli occhi e concentratevi sul vostro respiro. Potete anche recitare o pensare un mantra calmante. Il mantra "So Ham", che significa "Io sono", è uno dei più popolari. È un mantra che non è legato ad alcuna religione e può essere combinato bene con l'inspirazione e l'espirazione. Per la vita di tutti i giorni, potete anche provare il metodo della mindfulness, in cui percepite i momenti senza giudicare o valutare. Concentratevi su ciò che vi circonda e percepitelo con tutti i sensi. Per esempio, siate consapevoli di ciò che state mangiando, sentitene la consistenza e assaporatene il gusto.

Esercizi e pratiche per una maggiore calma

Se gli esercizi precedenti non hanno funzionato bene per voi, di seguito vi proponiamo altre pratiche attive. Quando si è stressati o in preda al panico, spesso è difficile stare fermi e non pensare a nulla. Il rilassamento muscolare progressivo è un'attività che richiede di fare qualcosa. Si lavora prima tendendo per qualche secondo e poi rilassando consapevolmente il muscolo specifico. Iniziate dalle dita dei piedi e salite lentamente fino alla testa. Nello yoga, si possono provare pose dolci come il cane rivolto verso il basso, la posizione del gatto e della mucca o la posizione del bambino per radicarsi. Per rilassarsi, si può anche provare il training autogeno. Questa tecnica consiste nel ripetere frasi calmanti per aiutare il corpo a calmarsi. Le frasi possono essere del tipo: "Il mio corpo è calmo e rilassato" o "Mi sento sicuro e protetto".

Le donne siedono a gambe incrociate sul pavimento e praticano lo yoga
Lo sapevate che ...

Che la caffeina può scatenare o peggiorare gli attacchi di panico in alcune persone? La caffeina influisce sulla frequenza cardiaca e sul sistema nervoso.

Queste piante medicinali possono aiutarvi ad affrontare l'ansia per il futuro

Gli stati di ansia e di shock che si verificano improvvisamente provocano febbre, crampi e dolori a causa di una forte attivazione del sistema nervoso centrale provocata dallo stress. Il Passamontagna influenza il sistema nervoso centrale con le sue sostanze nervose attive, lo calma e contrasta gli effetti della paura o dello shock. La febbre, i crampi e il dolore associato si attenuano e può iniziare la fase di rigenerazione.

Le persone affette da disturbi d'ansia o di panico spesso soffrono anche di problemi di sonno. Questi possono manifestarsi con l'irrequietezza e il fatto di sentire il cuore battere quando si è sdraiati. Questa sensazione impedisce il sonno ed è sgradevole. Poiché il Foxglove rafforza il cuore e lo fa battere in modo più regolare, la sensazione spiacevole nel petto si calma. Quindi nulla ostacola un buon riposo notturno.

Il Iris si dice che abbia proprietà calmanti. Viene spesso considerato un tranquillante naturale e aiuta a ridurre lo stress. Può ridurre i sintomi fisici ed emotivi dell'ansia. A ciò contribuisce l'effetto sul sistema nervoso centrale, che può ridurre il rilascio di ormoni dello stress come il cortisolo.

Nux vomica è in grado di ridurre la tensione. In dosi molto piccole, come preparazione omeopatica o spagirica, la Nux Vomica ha un effetto rilassante. Il sistema nervoso centrale si calma, il livello di stress diminuisce e tutto il corpo si rilassa. L'influenza sul sistema nervoso si riflette anche in un effetto calmante sul sonno.

L'effetto di Kava-Kava è descritto come simile alle benzodiazipine. I suoi effetti rilassanti e ansiolitici a livello fisico e psicologico riducono l'ansia e l'irrequietezza. Tuttavia, non ci si devono aspettare risultati a breve termine. Negli studi, la kava kava doveva essere assunta per circa una settimana prima di poterne percepire i primi effetti. L'effetto massimo è stato raggiunto dopo circa 4 settimane. Il grande vantaggio della Kava-Kava è che funziona bene ma non provoca dipendenza.

Zimply Natural - il vostro supporto naturale per le paure del futuro

Con Zimply Natural siamo l'alternativa agli antidolorifici, ai sonniferi e ai preparati standard. Siamo la vostra medicina! Per le nostre miscele utilizziamo il secolare metodo naturopatico della medicina spagirica. Il Spagirico combina i principi attivi erboristici e gli elementi fitoterapici del Piante medicinalile qualità dei sali minerali, nonché le informazioni sottili delle piante medicinali e il potenziale energetico dei fiori di Bach.

Con metodi naturali, come le miscele spagiriche personalizzate di Zimply Natural, è possibile alleviare i disturbi in modo naturale e duraturo.

FAQ: Domande e risposte sugli attacchi di panico

Un attacco di panico può essere provato da un medico?

I medici non sono in grado di rilevare fisicamente gli attacchi di panico, ma probabilmente effettueranno degli esami per escludere altre malattie. Tra questi, gli esami del sangue per escludere eventuali Problemi alla tiroide o altri squilibri ormonali. Spesso vengono effettuati anche esami elettrocardiografici (ECG) per escludere problemi cardiaci.

In cosa si differenziano gli attacchi di panico da altre malattie mentali come i disturbi d'ansia o le fobie?

I disturbi d'ansia sono caratterizzati dal fatto di essere cronici e di comportare un periodo prolungato di preoccupazione e tensione. Gli attacchi di panico tendono ad avere brevi momenti estremi, ma possono essere associati ai disturbi d'ansia. Le fobie sono paure eccessive di oggetti, attività o situazioni specifiche. A differenza degli attacchi di panico, le fobie si manifestano quando la persona si trova direttamente di fronte alla causa scatenante. Gli attacchi di panico spesso non hanno una causa visibile o specifica.

Quali malattie hanno un effetto simile a quello degli attacchi di panico?

Le malattie che si accompagnano alle palpitazioni sono l'angina pectoris (oppressione toracica) o l'aritmia cardiaca. Possono anche causare sintomi come dolore al petto, mancanza di respiro, palpitazioni e vertigini. I problemi alla tiroide, come l'ipertiroidismo, possono avere effetti simili agli attacchi di panico, ad esempio palpitazioni, tremori e sudorazione. Malattie respiratorie come Asma, BPCO o sindrome da iperventilazione può anche causare oppressione toracica, respirazione rapida e mancanza di respiro.

Scopri le nostre ricette

I metodi naturali, come gli spray spagirici personalizzati di Zimply Natural, possono essere utilizzati per trattare e alleviare in modo duraturo i disturbi.

Scopri altri post del blog

Tutto sulla salute olistica

Un barile di vetro con acqua al limone in cui galleggiano fette di limone, di fronte ad esso due bicchieri con manici riempiti di acqua al limone e fette di limone sono in piedi su un piedistallo di legno, in primo piano sono due mezzi limoni
Come disintossicarsi: come disintossicare il corpo
Ogni giorno siamo esposti a diverse influenze ambientali negative e a sostanze inquinanti che possono mettere a dura prova l'organismo. Tra questi, metalli pesanti come cadmio, mercurio e piombo, sostanze chimiche provenienti da prodotti cosmetici o detergenti industriali, pesticidi o bisfenolo-A nella plastica. Cosa si può...
Donna seduta sul letto con in mano una grafica dell'utero
Sollievo dal dolore addominale: trattare l'endometriosi in modo naturale
Nel mondo ci sono 190 milioni di persone affette da endometriosi, di cui 2 milioni vivono in Germania. Forse conoscete qualcuno affetto da questa dolorosa patologia e volete saperne di più, oppure vi è stata diagnosticata. Ebbene, a parte la vostra...
Una persona tiene in mano un'immagine artificiale di una ghiandola tiroidea davanti al proprio collo
Hashimoto - I fatti più importanti per voi
La tiroidite di Hashimoto, nota anche come tiroidite linfocitaria cronica o "di Hashimoto", è un'infiammazione cronica della ghiandola tiroidea. È anche nota come organo farfalla. In questo articolo del blog riassumiamo i fatti più importanti sull'Hashimoto e vi forniamo...
Una donna si gratta il braccio. Sulla pelle sono presenti croste e piaghe che possono essere attribuite alla neurodermite.
Il potere dell'omeopatia per la neurodermite
In Germania, circa 3,6 milioni di persone di tutte le età soffrono di dermatite atopica. Questa malattia della pelle, nota anche come dermatite atopica, può avere ripercussioni non solo sulla salute fisica ma anche su quella emotiva delle persone colpite. L'irritazione e il prurito della pelle sono...

Iscriviti subito alla nostra newsletter!

Ricevere contenuti rilevanti sul tema della salute