Logo del blog zimplyfy con bolla e foglie come simbolo del blog blu
Una persona tiene in mano un'immagine artificiale di una ghiandola tiroidea davanti al proprio collo

Hashimoto - I fatti più importanti per voi

La tiroidite di Hashimoto, nota anche come tiroidite linfocitica cronica o "Hashimoto"è un'infiammazione cronica della ghiandola tiroidea. Questa è nota anche come organo farfalla. In questo articolo del blog vi riassumiamo i fatti più importanti sull'Hashimoto e vi diamo molte informazioni sul trattamento e sulla gestione della malattia.

La vostra miscela naturale di Hashimoto

I metodi naturali, come le miscele spagiriche personalizzate di Zimply Natural, possono essere utilizzati per trattare e alleviare in modo duraturo i disturbi.

Che cosa fa la ghiandola tiroidea?

La tiroide (termine medico: ghiandola tiroidea) è una piccola ghiandola endocrina vitale situata nella parte anteriore del collo, sotto la laringe, che produce ormoni tiroidei vitali. È essenziale per il metabolismo, la crescita e la maturazione dell'organismo e partecipa alla regolazione di varie funzioni corporee. Rilascia costantemente una certa quantità di ormoni tiroidei nel sangue. Non appena la MetabolismoQuando la ghiandola tiroidea ha bisogno di più energia, ad esempio quando fa freddo, durante la crescita o in gravidanza, aumenta la produzione di ormoni.

Come si sviluppa l'Hashimoto?

La tiroidite di Hashimoto, nota anche come tiroidite linfocitica cronica, è una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario attacca la ghiandola tiroidea causandone il danneggiamento. La causa esatta della tiroidite di Hashimoto non è del tutto nota, ma si ritiene che diversi fattori possano contribuire allo sviluppo di questa patologia:

  1. Predisposizione genetica: Vi sono indicazioni che una predisposizione genetica possa giocare un ruolo. Se i parenti di primo grado (genitori, fratelli e sorelle) hanno la tiroidite di Hashimoto, il rischio di sviluppare la malattia aumenta.

  2. Fattori ambientali: Alcuni fattori ambientali, come l'esposizione a determinati virus o infezioni, potrebbero influenzare il sistema immunitario e contribuire allo sviluppo dell'Hashimoto.

  3. Cambiamenti ormonali: Si presume che i cambiamenti ormonali, soprattutto nelle donne durante la gravidanza o dopo il parto, possano scatenare o peggiorare la malattia di Hashimoto.

  4. Altre malattie autoimmuni: Anche le persone che già soffrono di altre malattie autoimmuni, come il diabete di tipo 1 o l'artrite reumatoide, possono avere un rischio maggiore di sviluppare la tiroidite di Hashimoto.

La tiroidite di Hashimoto porta a una graduale distruzione della ghiandola tiroidea, che nel tempo compromette la funzione tiroidea. Questo può portare all'ipotiroidismo (tiroide poco attiva), in cui la ghiandola tiroidea non produce abbastanza ormoni. La condizione viene solitamente diagnosticata attraverso esami del sangue e di diagnostica per immagini e il trattamento consiste nel sostituire gli ormoni tiroidei mancanti con farmaci per bilanciare i livelli ormonali nel corpo.

Sapevate che...

... questo significa che le persone colpite hanno un maggiore bisogno di proteine? La Società tedesca di nutrizione (DGE) raccomanda 0,8 g di proteine per chilogrammo di peso corporeo per una persona sana e normalmente attiva. Per le persone affette da Hashimoto, la raccomandazione è di 1,5 g di proteine per peso corporeo.

Quali sintomi possono manifestarsi con l'Hashimoto?

La tiroidite di Hashimoto può causare una serie di sintomi, in quanto comporta una tiroide poco attiva (ipotiroidismo) quando la ghiandola tiroidea non produce abbastanza ormoni. I sintomi possono variare da persona a persona e possono manifestarsi gradualmente. I segni e i sintomi tipici della tiroidite di Hashimoto comprendono

  1. Stanchezza e affaticamento: Uno dei disturbi più comuni è la stanchezza persistente, anche dopo un sonno adeguato.

  2. Aumento di peso: Molte persone affette da tiroidite di Hashimoto hanno difficoltà a perdere peso o addirittura aumentano di peso involontariamente.

  3. Sensibilità al freddo: Le persone colpite spesso sentono più freddo degli altri, anche a temperature normali.

  4. Costipazione: Possono verificarsi digestione lenta e costipazione.

  5. Pelle e capelli secchi: La pelle e i capelli possono diventare secchi e fragili.

  6. Dolore e debolezza muscolare: Possono verificarsi dolore e debolezza muscolare.

  7. Depressione e riduzione dell'acutezza mentale: Molte persone accusano sbalzi d'umore, depressione e problemi di memoria.

  8. Disturbi mestruali: Le donne possono avere cicli mestruali irregolari e un aumento del sanguinamento mestruale.

  9. Perdita di capelli: Possono verificarsi diradamento e perdita di capelli.

  10. Bradicardia: Una conseguenza può essere il rallentamento del battito cardiaco (bradicardia).

È importante notare che non tutte le persone affette da tiroidite di Hashimoto presentano tutti questi sintomi. Alcune persone possono avere solo sintomi lievi o addirittura essere asintomatiche. Se si sospetta di avere la tiroidite di Hashimoto o si notano i sintomi di questa condizione, è importante rivolgersi a un medico. Per diagnosticare questa condizione è possibile eseguire un esame del sangue che misura i livelli di ormoni tiroidei e gli anticorpi tiroidei. Il trattamento giusto può contribuire ad alleviare i sintomi e a normalizzare la funzione tiroidea.

Chi colpisce la malattia e quando si manifesta?

La tiroidite di Hashimoto è una delle forme più comuni di ipotiroidismo negli adulti e colpisce circa il 5-10% della popolazione. Di solito si manifesta tra i 30 e i 50 anni. 

Le donne sono colpite circa nove volte più frequentemente degli uomini e i primi sintomi si manifestano spesso in concomitanza con la menopausa. Di conseguenza, la tiroidite può facilmente passare inosservata perché i sintomi vengono attribuiti alla menopausa.

L'Hashimoto può manifestarsi dopo la gravidanza?

Se siete diventate mamme da poco, è importante tenere sotto controllo i livelli ormonali e tiroidei, poiché il rischio di Hashimoto aumenta dopo la gravidanza. Durante la gravidanza, il corpo subisce numerosi cambiamenti ormonali che possono influenzare il sistema immunitario. Normalmente, la tiroide dovrebbe tornare alla normalità dopo il parto, ma ci sono casi in cui dopo il parto si verifica un ipotiroidismo incipiente che, se non trattato, può portare all'Hashimoto.

Pertanto, se dopo la gravidanza si soffre di stanchezza, perdita di capelli, variazioni di peso o depressione post-partum, è necessario consultare un medico e far controllare i livelli della tiroide. Si consiglia cautela, soprattutto se si soffre di diabete o se sono stati rilevati anticorpi tiroidei elevati prima o durante la gravidanza. 

Circa il 7% di tutte le donne soffre di ipotiroidismo autoimmune post-partum. La diagnosi viene spesso fatta molto tardi, poiché la spossatezza, l'irritabilità o l'insonnia persistenti sono spesso associate al "baby blues" nella nuova situazione di stress.

Siate pazienti, il vostro corpo ha bisogno di riprendersi dalla gravidanza. Se i sintomi come l'aumento della sudorazione, la svogliatezza e l'irritabilità persistono per più di un anno, dovreste assolutamente parlarne con il vostro medico.

L'Hashimoto può essere causata da un'infezione da coronavirus?

La pandemia di coronavirus ha stravolto completamente le nostre vite. Mentre la maggior parte delle persone oggi affronta un'infezione da Covid in modo relativamente tranquillo, c'è una parte della popolazione che sta lottando con i postumi del COVID-19: Le persone affette da tiroidite di Hashimoto. Secondo uno studio tedesco, il rischio di sviluppare una malattia autoimmune come il morbo di Hashimoto o il morbo di Graves aumenta di 43% in tutti i gruppi di età e sesso dopo un'infezione da coronavirus. Si consiglia cautela, soprattutto dopo un decorso grave.
Poiché il COVID-19 può attaccare non solo i polmoni ma anche il sistema immunitario, è ipotizzabile che i pazienti affetti da Hashimoto abbiano un rischio maggiore di sviluppare il coronavirus e di soffrire di complicazioni. Inoltre, un'infezione da coronavirus può sovraccaricare il sistema immunitario e portare a un peggioramento dei sintomi dell'Hashimoto. I soggetti colpiti possono anche avere un rischio maggiore di sviluppare l'infiammazione di Hashimoto associata alla COVID-19.

Come si può aiutare chi soffre di Hashimoto?

Le persone affette da tiroidite di Hashimoto possono essere aiutate con diverse misure e trattamenti per alleviare i sintomi e migliorare la qualità della vita. Ecco alcuni modi in cui chi soffre di Hashimoto può essere aiutato:

  1. Trattamento farmacologico: Il trattamento principale per la tiroidite di Hashimoto consiste solitamente nel sostituire gli ormoni tiroidei mancanti con farmaci. Il farmaco più comunemente prescritto è la levotiroxina. Il dosaggio è personalizzato per bilanciare i livelli di ormoni tiroidei nell'organismo.

  2. Assistenza medica regolare: Le persone affette da Hashimoto devono sottoporsi a visite mediche ed esami del sangue regolari per assicurarsi che i livelli di ormoni tiroidei siano regolati correttamente e per riconoscere tempestivamente eventuali cambiamenti.

  3. Alimentazione sana: Una dieta equilibrata può contribuire a promuovere il benessere generale. Alcune persone affette da Hashimoto riferiscono un miglioramento dei sintomi quando evitano gli alimenti contenenti glutine o modificano la loro dieta in altri modi. Un dietologo può aiutare a sviluppare una strategia alimentare adeguata.

  4. Gestione dello stress: Lo stress può esacerbare i sintomi della tiroidite di Hashimoto. I metodi di gestione dello stress, come gli esercizi di rilassamento, la meditazione e l'esercizio fisico regolare, possono essere utili.

  5. Movimento: Un'attività fisica regolare può migliorare il benessere generale e risollevare l'umore. È importante adattare l'attività fisica al proprio livello di forma fisica.

  6. Dormire: Un sonno adeguato è fondamentale per la salute della tiroide e per il benessere generale. I disturbi del sonno devono essere affrontati e trattati.

  7. Terapie di accompagnamento: Se necessario, possono essere prese in considerazione terapie aggiuntive per trattare sintomi specifici. Ciò può includere il trattamento della depressione, dell'ansia o di altri problemi di salute associati.

  8. Informazione e autogestione: L'educazione alla patologia è importante per consentire a chi ne soffre di comprendere e gestire meglio i propri sintomi. I gruppi di sostegno e le risorse online possono fornire informazioni e supporto utili.

Il trattamento e il supporto per le persone affette da tiroidite di Hashimoto devono essere personalizzati, poiché i sintomi e le esigenze possono variare da persona a persona. È fondamentale lavorare a stretto contatto con un medico o un endocrinologo qualificato per garantire la migliore assistenza e il miglior trattamento possibile.

Consigli e raccomandazioni per la malattia di Hashimoto

Fare - Cosa potete fare per sostenerci

  1. Una dieta ricca di omega-3 con poco iodio
    Nella migliore delle ipotesi, lo iodio dovrebbe essere assunto solo in piccole dosi. Anche una dieta ricca di omega-3 può essere utile grazie al suo effetto antinfiammatorio. Anche l'oligoelemento selenio, presente in alimenti come carne, pesce, uova, lenticchie e funghi, può avere un effetto positivo.
  1. Rafforzare la flora intestinale con probiotici e alimenti prebiotici
    La flora intestinale può essere supportata dai probiotici, ovvero ceppi di batteri vitali che favoriscono la digestione di grassi, carboidrati e proteine. I probiotici si trovano, ad esempio, in crauti, yogurt, sottaceti, tempeh, kimchi, formaggio, aceto di sidro di mele, kombucha, kefir e zuppe di miso. Il porro, l'aglio e gli alimenti fermentati come il kefir o i crauti sono alimenti particolarmente prebiotici che hanno un effetto super positivo sulla flora intestinale. Sono disponibili anche come integratori alimentari sotto forma di capsule e polveri.
  1. Quale frutta per l'Hashimoto?
    La frutta a basso contenuto di zuccheri e di acidi è particolarmente indicata per non favorire ulteriormente i processi infiammatori. Mentre mele, pere e frutti di bosco sono una buona scelta, mango, banane e ciliegie sono meno raccomandabili.
  2. Grassi e oli sani per il corpo
    Incorporate nella vostra dieta grassi e oli sani. I grassi sani si trovano nelle noci o nei semi di sesamo. Particolarmente consigliati sono l'olio di oliva, di avocado, di cocco o di semi di lino di alta qualità.
  1. Assicurarsi di avere un buon apporto di vitamina D
    A causa della carenza di vitamina D spesso presente nei soggetti affetti, è consigliabile trascorrere almeno 5 minuti all'aperto senza protezione solare e con gli avambracci e il viso esposti. Le creme solari con un fattore SPF troppo alto e le creme da giorno con un forte effetto di blocco dei raggi UV possono aggravare la carenza di vitamina D. Soprattutto in inverno, la vitamina D dovrebbe essere assunta per via esterna sotto forma di capsule o gocce.
  1. Muovetevi!
    L'attività fisica può aiutare a ridurre lo stress e ad aumentare il benessere.

Chi soffre di Hashimoto ha spesso una carenza di vitamina D e un'intolleranza al glutine. Inoltre, un livello di iodio troppo elevato può probabilmente esacerbare la malattia se c'è già una predisposizione genetica o causarne la comparsa prematura. Inoltre, una flora intestinale sana è fondamentale per un sistema immunitario sano, in quanto le nostre cellule immunitarie si trovano principalmente nell'intestino. Ciò significa che la dieta è un fattore importante per alleviare i sintomi dell'Hashimoto.

Non fare - È meglio non fare queste cose

  1. Cereali contenenti glutine, soia e prodotti lattiero-caseari
    Poiché l'intolleranza al glutine o la sensibilità al glutine spesso si manifestano contemporaneamente, evitare i cereali contenenti glutine, come il grano, la segale, l'orzo e il farro, potrebbe dare sollievo. Gli pseudograni, come il grano saraceno, l'amaranto e la quinoa, rappresentano un possibile sostituto. Tuttavia, se a una persona viene diagnosticata l'Hashimoto, non significa necessariamente che non tolleri il glutine. Un collegamento diretto tra l'Hashimoto e il glutine è stato pubblicato pochi anni dopo da uno studio americano nel 2010 senza prove sufficienti e corretto due anni dopo da uno studio scandinavo che non ha dimostrato alcun legame tra l'Hashimoto e il glutine.
    La soia è considerata un irritante per la tiroide e può bloccare gli ormoni tiroidei. È una delle proteine più difficili da digerire, motivo per cui dovrebbe essere evitata se si soffre di Hashimoto. Anche i latticini sono sospettati di inibire gli ormoni tiroidei, motivo per cui chi ne è affetto dovrebbe consumarli solo con moderazione.
  2. Bevande alcoliche e zuccherate
    Non dimenticate di prestare attenzione alla scelta delle bevande. Evitate le bevande zuccherate e l'alcol, che favoriscono l'infiammazione dell'organismo. Evitate anche di fumare.

Domande e risposte: tutto in poche parole - Cosa c'è da sapere sull'Hashimoto

Come viene diagnosticata la malattia di Hashimoto?

In presenza di segni di malattia tiroidea, la ghiandola tiroidea viene prima palpata e, se necessario, esaminata più dettagliatamente con un'ecografia. 

La tiroidite di Hashimoto viene diagnosticata con un esame del sangue. Questo misura i cosiddetti valori tiroidei, cioè gli ormoni tiroidei stessi e l'ormone stimolante la tiroide (TSH), che viene prodotto nell'ipofisi e controlla la funzione della ghiandola tiroidea. Inoltre, nel sangue viene analizzata la presenza di anticorpi tipici diretti contro il tessuto tiroideo.

Poiché la tiroidite di Hashimoto può manifestarsi insieme ad altre malattie autoimmuni, possono essere eseguiti ulteriori esami per riconoscerle. Ad esempio, si tratta di test per l'intolleranza al glutine (celiachia) o per il diabete mellito. 

Come viene trattata la malattia di Hashimoto a livello ormonale?

L'obiettivo del trattamento dell'Hashimoto è quello di ripristinare il più possibile la funzione tiroidea attraverso l'assunzione di integratori ormonali. Questi preparati ormonali devono essere assunti regolarmente o quotidianamente per mantenere stabili i livelli ormonali e prevenire possibili complicazioni. Di solito viene prescritto l'ormone tiroideo sintetico L-tiroxina. Il medico deve inoltre monitorare regolarmente i livelli della tiroide e, se necessario, aggiustare il dosaggio per garantire che rimangano nell'intervallo ottimale.

Si può curare l'Hashimoto?

Contrariamente a una teoria diffusa, questa malattia autoimmune cronica non può essere completamente curata dal punto di vista della medicina convenzionale. I preparati ormonali, che possono dover essere costantemente adattati alle fluttuazioni e agli sbalzi ormonali, possono compensare la mancanza di ormoni tiroidei e quindi i sintomi, ma non possono curare la malattia autoimmune sottostante.

Quanto sono affidabili gli autotest e i questionari online per l'Hashimoto?

Gli autotest per la tiroidite di Hashimoto, disponibili online o in farmacia, possono essere utilizzati come strumenti di screening per misurare alcuni parametri della tiroide, come gli anticorpi o i livelli ormonali. Questi autotest non sono considerati strumenti diagnostici definitivi, ma piuttosto un'integrazione. Anche i questionari online possono dare solo un'indicazione sulla presenza di Hashimoto. Per una diagnosi affidabile e un trattamento appropriato della tiroidite di Hashimoto sono necessari una visita medica ed esami del sangue completi.

Che cos'è la menzogna di Hashimoto?

Il termine "menzogna di Hashimoto" non è un termine utilizzato dalla comunità medica o scientifica convenzionale. Si è piuttosto evoluto dal linguaggio colloquiale e può essere interpretato in modi diversi, ma soprattutto per criticare certe affermazioni o opinioni in relazione alla tiroidite di Hashimoto. Tra i rappresentanti ci sono youtuber, malati, medici e operatori alternativi. Hanno opinioni diverse, ad esempio che la malattia di Hashimoto non esiste realmente o che può essere completamente curata con una dieta priva di lectine (proteine che si legano ai carboidrati, presenti in molte verdure come i pomodori).

flacone spray Zimply Natural viene spruzzato in bocca La donna preme lo spruzzatore a pompa su uno sfondo nero
Facile da usare spruzzando in bocca

Utilizzare lo spray per la tiroide è molto semplice: basta spruzzare lo spray in bocca seguendo le istruzioni di dosaggio riportate sul flacone. Per ottenere il miglior effetto possibile e contrastare in modo ottimale le cause, si consiglia di utilizzarlo per un periodo più lungo, di almeno sei-otto settimane. Come tipo di cura, si spruzzano 3×3 spruzzi al giorno. 

Zimply Natural come via naturale di ritorno al benessere

È noto da migliaia di anni che Madre Natura può aiutare a curare quasi tutti i disturbi. Zimply Natural vi offre un modo pratico per integrare le potenti piante medicinali nel vostro trattamento, in un modo adatto all'uso quotidiano e il più completo possibile. Qui potete farvi personalizzare il potere curativo delle piante in uno spray basato sulle vostre condizioni fisiche e applicarlo ai vostri disturbi. Perché vi meritate di più di un preparato standard! Prenotate un appuntamento con il nostro naturopata Tobias e create il vostro spray con una formula personalizzata. In alternativa, potete anche ordinare il nostro spray per la tiroide. La formula del nostro complesso tiroideo è stata selezionata e creata tra oltre 75.000 formule Zimply Natural. È sufficiente spruzzare lo spray in bocca. Oltre agli estratti vegetali e alle essenze spagiriche che hanno un effetto positivo sui sintomi delle malattie della tiroide, contiene anche numerosi altri ingredienti che contribuiscono a sostenere in modo ottimale il vostro benessere.

La vostra miscela naturale di Hashimoto

I metodi naturali, come le miscele spagiriche personalizzate di Zimply Natural, possono essere utilizzati per trattare e alleviare in modo duraturo i disturbi.

Troverete queste piante medicinali nella vostra ricetta per l'Hashimoto

La miscela antivirale e antinfiammatoria può aiutarvi a tenere sotto controllo i sintomi della tiroide in modo naturale. Scopritelo nel nostro Enciclopedia delle piante di più sul potere delle piante medicinali!

Scoprite di più sull'Hashimoto nel nostro webinar gratuito!

In questo webinar ci addentreremo insieme nel mondo di questa comune malattia autoimmune della tiroide. Il viaggio informativo coprirà tutto, dalle basi alla gestione dei sintomi. Di particolare interesse: le cause psicologiche.
Sia che siate affetti da questa patologia, sia che vogliate approfondire le vostre conoscenze, la nostra relatrice Kristine A. Fredriksson vi illustrerà gli effetti sul corpo e i modi naturali per trovare sollievo e migliorare la vostra qualità di vita, importanti piante medicinali e un'ampia gamma di prodotti. ricetta esclusiva come supporto apprezzabile.

Vi aspettiamo con piacere e con la vostra partecipazione!

Qui venire Tu Vai alla registrazione! Riceverete il video direttamente!

Scopri le nostre ricette

I metodi naturali, come gli spray spagirici personalizzati di Zimply Natural, possono essere utilizzati per trattare e alleviare in modo duraturo i disturbi.

Scopri altri post del blog

Tutto sulla salute olistica

Il ragazzo sta in piedi con le mani davanti al viso davanti a una tavola con parole chiave che lo indicano.
ADHD: metodi di trattamento naturali per tutte le età
In un'epoca come la nostra, in cui la salute mentale e le malattie mentali stanno diventando sempre più importanti e riconosciute, anche disturbi come l'ADHD stanno diventando sempre più evidenti. I molteplici sintomi dell'ADHD portano spesso a...
Donna che tiene in mano una sveglia analogica gialla
Come il cambio dell'ora altera il ritmo del sonno e cosa può aiutare
Ogni sei mesi, gli orologi in Germania vengono spostati avanti o indietro di un'ora. Domani mattina (domenica 30 ottobre), gli orologi saranno spostati in avanti di un'ora alle ore 3, cioè alle ore 2. Quindi, al posto dell'Europa centrale...
Il sole che illumina il tetto di un albero
Che cos'è la medicina spagirica?
Spagirica: separare e riunire La parola stessa risulta un po' goffa: "spagirica". Tuttavia, se si guarda all'origine della parola, il principio di base della medicina spagirica è immediatamente chiaro. Spagirica è una combinazione dei termini greci "spao" e "ageiro". In altre parole, i termini...
Il globo indossa una maschera protettiva per la corona
Post COVID e Long COVID - assistenza con la naturopatia
Indice Un piccolo virus che cambia il mondo! La prevenzione è metà della battaglia! Cosa aiuta contro il post-Covid? Usare la naturopatia Zimply Natural - Il tuo aiuto naturale per il post-Covidio FAQ: Domande e risposte su Covid-19 Un piccolo virus che sta cambiando il...
donna matura spazzola i capelli in menopausa
Caduta dei capelli in menopausa
La vostra miscela personalizzata per la menopausa! I metodi naturali come gli spray spagirici personalizzati di Zimply Natural possono essere utilizzati per trattare e alleviare in modo duraturo i sintomi. Che si tratti di vampate di calore, sonno insufficiente o perdita di capelli, la vostra miscela personalizzata è fatta su misura per voi! Ora...
Curare l'herpes con l'aiuto della naturopatia
L'herpes, un piccolo e spesso sgradito compagno che ha afflitto molti di noi prima o poi. Ma come si sviluppa questo virus ostinato? E cosa si può fare? Vi diremo tutto quello che c'è da sapere, compreso come l'herpes...

Iscriviti subito alla nostra newsletter!

Ricevere contenuti rilevanti sul tema della salute