Logo del blog zimplyfy con bolla e foglie come simbolo del blog blu
Una donna si tiene lo stomaco per il dolore. Davanti a lei si vede una rappresentazione pittorica dell'intestino.

L'intestino che perde - trattare la sindrome dell'intestino che perde in modo naturale

Molte persone soffrono di disturbi gastrointestinali. Ma avete mai sentito parlare della sindrome dell'intestino chiuso? Si tratta di un fenomeno piuttosto sconosciuto ma frequente, che forse potrebbe essere applicato anche ai vostri disturbi. Ma quali sono i sintomi e da dove proviene il disagio? Se volete scoprire questo e molto altro, siete nel posto giusto!

Con metodi naturali, come le miscele spagiriche personalizzate di Zimply Natural, è possibile alleviare i disturbi in modo naturale e duraturo.

Che cos'è la sindrome dell'intestino chiuso?

La sindrome dell'intestino permeabile si riferisce a un intestino permeabile, che è esattamente ciò che sembra. In questo caso, la barriera intestinale è indebolita e ciò può portare all'ingresso di particelle di cibo o tossine nel flusso sanguigno. Poiché normalmente non dovrebbero arrivarci, possono causare problemi. Questi includono sintomi come diarrea, costipazione e flatulenza. L'intestino pigro può anche causare o esacerbare altre condizioni, tra cui malattie autoimmuni, allergie e intolleranze alimentari. Sebbene non esista ancora una diagnosi o una definizione precisa della sindrome dell'intestino tenue, è possibile individuare alcune possibili cause. Tra queste, l'assunzione regolare o eccessiva di farmaci o antibiotici, Il fumoconsumo di alcol o stress cronico. In questo post potete scoprire come affrontare una perdita intestinale e quali sono i passi successivi da compiere per ridurla al minimo.

Lo sapevate che ...

Che la zonulina è una proteina che regola la permeabilità intestinale? Se i livelli di zonulina sono elevati, ciò può portare a un aumento della permeabilità intestinale, che a sua volta aumenta il rischio di sindrome da leaky gut.

Che cosa sono i pro e i prebiotici e come possono aiutare in caso di perdite intestinali?

Probiotici

I probiotici sono microrganismi vivi che possono contribuire a correggere uno squilibrio nell'intestino. Una mancanza di equilibrio può portare a un aumento della permeabilità intestinale, che a sua volta può favorire o peggiorare la sindrome dell'intestino chiuso. Alcuni probiotici possono anche avere un effetto antinfiammatorio, che può essere utile per ridurre i sintomi. Quando si sceglie un probiotico, è necessario consultare un medico o un medico analogo, poiché non tutti i probiotici sono adatti a tutti. Tuttavia, tali principi attivi sono disponibili anche nello yogurt, nei crauti e nel kefir, che possono essere integrati nella dieta quotidiana.

Prebiotici

Nell'intestino sono presenti batteri probiotici, cioè sani, che possono avere un effetto positivo sulla flora intestinale, come già detto. Questi batteri sani sono già presenti nell'intestino o possono essere integrati con i probiotici. I prebiotici sono componenti alimentari non digeribili che fungono da cibo per questi batteri. In questo modo possono promuovere la loro attività nell'intestino e la loro crescita. Questo può sostenere la barriera intestinale, alleviando la sindrome dell'intestino chiuso e rafforzando la flora intestinale. Gli alimenti che contengono sostanze prebiotiche includono cipolle, cicoria, aglio, carciofi, prodotti integrali e alcuni tipi di frutta.

Il ruolo dello stress nella sindrome dell'intestino chiuso

Innanzitutto Lo stress viene rilasciato l'ormone cortisolo, che può avere molti effetti negativi a lungo termine. Inoltre, questo ormone dello stress ha anche proprietà pro-infiammatorie, che possono innescare ed esacerbare l'infiammazione. Queste reazioni infiammatorie possono danneggiare la parete intestinale, aumentando la permeabilità intestinale e causando condizioni come la sindrome del leaky gut. Lo stress può anche Sistema immunitario indeboliscono il sistema immunitario, aumentando la suscettibilità generale alle malattie. Anche la funzione digestiva può essere disturbata dallo stress, in quanto può causare una riduzione della produzione di acidi gastrici. Ciò può influire sulla digestione dei nutrienti e quindi alterare le condizioni della parete intestinale. Se si è stressati e si hanno anche problemi di stomaco, ciò può portare a sintomi psicosomatici. Il tutto si trasforma in un circolo vizioso: ci si stressa e ci si preoccupa ancora di più per i sintomi, anche se in origine sono dovuti allo stress.

Lo sapevate che ...

Che la sindrome del leaky gut possa portare a intolleranze alimentari? I componenti degli alimenti non digeriti entrano nel flusso sanguigno attraverso la barriera intestinale danneggiata. Ciò può provocare una reazione immunologica nell'organismo e sintomi quali disturbi gastrointestinali.

Integratori alimentari ed erbe

Sostanze nutritive in grado di sostenere la parete intestinale

Come abbiamo già detto, i pro e i prebiotici possono essere un ottimo supporto per la flora intestinale. Possono contribuire a stimolare il sistema digestivo e a migliorare la funzionalità della barriera intestinale. L'aminoacido glutammina, ad esempio, può contribuire a rafforzare la parete intestinale e a favorire la rigenerazione dei tessuti danneggiati. Lo zinco è un altro mezzo per promuovere la barriera intestinale. Questo minerale viene generalmente utilizzato per rafforzare la guarigione delle ferite e il sistema immunitario. Queste proprietà sono benefiche anche per la flora intestinale, in quanto la parete intestinale può essere riparata più facilmente. Un altro consiglio è quello degli acidi grassi omega-3, che hanno proprietà antinfiammatorie e si trovano in alcuni oli vegetali come l'olio di lino e l'olio di noci.

Queste erbe possono fungere da piante medicinali

Si dice che alcune piante abbiano proprietà antinfiammatorie e la curcuma è una di queste. Si tratta di una spezia che contiene curcumina, in grado di alleviare l'infiammazione. Questo effetto può essere rilasciato anche nell'intestino. Anche lo zenzero è considerato una pianta con queste proprietà, poiché viene spesso utilizzato per alleviare i disturbi gastrointestinali e stimolare la digestione. L'aloe vera è una pianta dalle note proprietà curative. Probabilmente ne avrete sentito parlare molte volte, sia per uso esterno su ustioni, lesioni della pelle o altro. Può anche ridurre l'infiammazione intestinale e favorire la salute generale dell'intestino.

flacone spray Zimply Natural viene spruzzato in bocca La donna preme lo spruzzatore a pompa su uno sfondo nero
Facile da usare spruzzando in bocca

L'applicazione del vostro Spray per l'intestino debole è molto semplice: lo spray va semplicemente spruzzato in bocca seguendo le istruzioni di dosaggio riportate sul flacone. Per ottenere il miglior effetto possibile e contrastare in modo ottimale le cause, si consiglia di utilizzare lo spray per un periodo più lungo, da sei a otto settimane. Come tipo di cura, spruzzare 3×3 spruzzi al giorno.

Intestino debole - Malattie simili o correlate

Alcuni studi hanno suggerito che la sindrome dell'intestino chiuso può essere collegata a malattie autoimmuni. Queste includono malattie come il lupus, artrite reumatoide, Hashimoto o il morbo di Crohn. Una barriera intestinale disturbata può indurre il sistema immunitario ad attaccare i tessuti dell'organismo, con conseguenti reazioni autoimmuni. Inoltre, un intestino che perde può far entrare nel flusso sanguigno allergeni o componenti alimentari non digeriti. Questo può di conseguenza portare a intolleranze alimentari e reazioni allergiche. L'infiammazione della barriera intestinale può anche promuovere malattie infiammatorie croniche dell'intestino, come la colite ulcerosa. La presenza di un intestino difettoso potrebbe esacerbare tali malattie. Anche se non è ancora del tutto chiaro, una Sindrome dell'intestino irritabile sono legati alla sindrome dell'intestino chiuso. La sindrome dell'intestino irritabile può manifestarsi con sintomi quali diarrea, gonfiore o dolore addominale. Tuttavia, non solo il corpo ma anche la psiche può essere colpita dalla sindrome dell'intestino chiuso. Problemi come l'ansia, lo stress cronico o la depressione possono causare perdite intestinali o esserne esacerbati.

Quali sono i passi successivi da compiere in caso di perdite intestinali?

Abitudini alimentari e di vita

Dal momento che l'intestino difettoso si basa su problemi di barriera intestinale, il primo passo da compiere dopo aver consultato un medico dovrebbe essere quello di modificare la propria dieta. È possibile che non riusciate a tollerare alcuni alimenti o nutrienti e che questi siano la causa dei sintomi. È quindi necessario prestare attenzione alla propria dieta per individuare eventuali fattori scatenanti. Un consulto con un nutrizionista potrebbe essere utile anche in questo caso. Sono già note alcune sostanze che possono avere un impatto negativo sulla salute dell'intestino. Tra queste vi sono il consumo eccessivo di caffeina, l'alcol, lo zucchero raffinato, alcuni farmaci come l'ibuprofene o l'aspirina e le tossine ambientali. Anche il fumo può compromettere gravemente la salute intestinale. Che ci crediate o no, anche il sonno può giocare un ruolo nel funzionamento dell'intestino. È meglio cercare di avere un ciclo di sonno regolare, spegnere i dispositivi elettronici ed eseguire tecniche di rilassamento.

Stress e attività fisica

Le donne siedono a gambe incrociate sul pavimento e praticano lo yoga

Come abbiamo già detto, lo stress gioca un ruolo importante in un intestino sano. Ciò significa che un altro passo importante è la riduzione dello stress e delle strategie di coping. E sì, sappiamo che è più facile a dirsi che a farsi, ma è necessario gestire attivamente i propri livelli di stress. Le tecniche di gestione dello stress possono includere lo yoga, la meditazione, gli esercizi di respirazione o l'esercizio fisico regolare. Cercate di incorporarle nella vostra vita quotidiana. Fare esercizio fisico regolare non significa andare a correre tutti i giorni. Anche l'esercizio fisico leggero, come camminare, andare in bicicletta o nuotare, può avere un effetto. Potreste anche scoprire nuovi sport o attività che vi piacciono!

Lo sapevate che ...

Che il termine leaky gut era già utilizzato negli anni '80? Da allora la comprensione e la ricerca su questo argomento si sono ovviamente evolute.

Queste piante medicinali possono aiutarvi con le perdite intestinali

Semi di cumino stimola le ghiandole digestive, che possono così produrre una quantità sufficiente di succhi digestivi. In questo modo la digestione è più accurata e facile e si riducono i disturbi come la flatulenza. Il cumino può anche aiutare a contrastare la nausea e il gonfiore. Stimola la digestione e l'assorbimento dei nutrienti, il che significa che la nausea scompare e l'appetito ritorna.

Spesso l'intestino può avere degli spasmi. Soprattutto se si è mangiato qualcosa di sbagliato, avariato o troppo pesante. Il Camomilla rilassa la muscolatura dello stomaco, dell'intestino e delle vie biliari. In questo modo i crampi scompaiono. I succhi digestivi possono fluire liberamente come dovrebbero e la digestione può procedere correttamente.

Una causa di bruciore di stomaco può essere l'eccessivo tono dello stomaco. I muscoli sono eccessivamente tesi. Una causa comune è lo stress, cioè il funzionamento del sistema nervoso. Il Felce ha un effetto calmante e rilassante sui muscoli dello stomaco e calma il sistema nervoso. La sovrastimolazione diminuisce e con essa la produzione di acido cloridrico nello stomaco. Il bruciore di stomaco si attenua e la mucosa irritata può rigenerarsi.

Il Iris ha anche un effetto regolatore sul sistema epatobiliare e stimola il fegato a produrre bile. Molti disturbi gastrointestinali hanno origine dal malfunzionamento delle ghiandole digestive attive, come fegato, cistifellea e pancreas. Poiché l'iris ripristina la funzione di questi organi, scompaiono sintomi come la stitichezza e la diarrea.

Il Dente di leone è una pianta medicinale dalle molteplici funzioni. Tuttavia, l'obiettivo principale è stimolare i meccanismi di disintossicazione ed eliminazione di vari organi. Attivando e sostenendo questi organi, si stimola il metabolismo, si sciolgono le tossine accumulate e si purifica il sangue. Il taraxacum stimola anche la produzione di bile nel fegato, con conseguente aumento delle prestazioni digestive.

Zimply Natural - L'aiuto naturale per la sindrome dell'intestino chiuso

Con Zimply Natural siamo l'alternativa agli antidolorifici, ai sonniferi e ai preparati standard. Siamo la vostra medicina! Per le nostre miscele utilizziamo il secolare metodo naturopatico della medicina spagirica. Il Spagirico combina i principi attivi erboristici e gli elementi fitoterapici del Piante medicinalile qualità dei sali minerali, nonché le informazioni sottili delle piante medicinali e il potenziale energetico dei fiori di Bach.        

Con metodi naturali, come le miscele spagiriche personalizzate di Zimply Natural, è possibile alleviare i disturbi in modo naturale e duraturo.

FAQ: Domande e risposte sulla sindrome dell'intestino chiuso

L'assunzione di farmaci può peggiorare la sindrome dell'intestino chiuso?

Sì, l'assunzione di farmaci può influire sulla sindrome del leaky gut e sulla salute generale dell'intestino. Farmaci come l'aspirina, l'ibuprofene o il naprossene sono antidolorifici che possono danneggiare la barriera intestinale. Gli antibiotici di solito hanno un effetto ancora più forte, in quanto uccidono sia i batteri nocivi che quelli benefici. Questo crea uno squilibrio che può causare una perdita intestinale. L'uso di inibitori della pompa protonica è generalmente consigliato quando si assumono farmaci, in quanto questi proteggono l'intestino. Tuttavia, l'uso regolare di questi IPP in combinazione con i farmaci può danneggiare la flora intestinale.

Quali problemi di salute possono essere associati alla sindrome dell'intestino chiuso?

Come abbiamo già detto, i problemi di salute associati possono includere malattie autoimmuni, allergie, intolleranze alimentari, malattie infiammatorie intestinali o sindrome dell'intestino irritabile. Alcuni studi suggeriscono anche che la malattia del fegato grasso non alcolica potrebbe essere collegata alla sindrome dell'intestino chiuso. Ad esempio, i marcatori infiammatori potrebbero entrare nel flusso sanguigno attraverso la barriera intestinale permeabile e scatenare l'infiammazione nel fegato. Questo può portare a effetti come la malattia del fegato grasso.

Esistono gruppi a rischio per la sindrome del leaky gut?

In generale, non esistono gruppi di rischio specifici per la sindrome da leaky gut. Le persone che hanno un rischio maggiore di sviluppare la leaky gut sono quelle con condizioni preesistenti. Queste includono malattie intestinali preesistenti, malattie autoimmuni, intolleranze alimentari e allergie. Sono a rischio anche le persone che soffrono di stress cronico e di una dieta squilibrata. Anche un forte consumo di alcol e nicotina può influire sulla salute dell'intestino e aumentare il rischio di leaky gut.

Scopri le nostre ricette

I metodi naturali, come gli spray spagirici personalizzati di Zimply Natural, possono essere utilizzati per trattare e alleviare in modo duraturo i disturbi.

Scopri altri post del blog

Tutto sulla salute olistica

L'ombra di una donna che inscatola
Resilienza personale in tempi di CORONA e isolamento
Dopo settimane di isolamento volontario o di quarantena imposta, la crisi del coronavirus ci tiene ancora in pugno e sta avendo un impatto significativo sul modo in cui interagiamo e lavoriamo insieme. La sede è assediata da circa 25% di tutti i dipendenti, la discussione sul...
Una donna si tiene il collo dolorante
Curare la tonsillite in modo naturale: ecco come fare
All'improvviso si avverte una strana sensazione di grattamento in gola che fa male anche quando si deglutisce? Allora non è improbabile che abbiate una tonsillite. Febbre, mal di gola e stanchezza sono tutti sintomi che limitano la vita quotidiana e...
Segno con il termine benessere, malattie più comuni
Contro l'influenza, la gastrite, ecc.: consigli per le malattie più comuni
Tabella dei contenuti Combattere l'influenza in modo naturale - rimedi casalinghi e altri suggerimenti Sollievo naturale per la BPCO: la broncopneumopatia cronica ostruttiva Ecco come alleviare i sintomi dell'asma in modo naturale Sollievo naturale per i reumatismi con rimedi casalinghi Potete curare la gastrite con questi consigli...
Donna tiene una ghianda tra il pollice e l'indice
In autunno potete raccogliere e utilizzare queste 5 preziose piante selvatiche per voi stessi
In autunno non c'è niente di meglio che avvolgersi al caldo, passeggiare per le strade dai colori vivaci, godersi l'aria autunnale e far frusciare i piedi tra le foglie. Durante una lunga passeggiata autunnale, si può godere...
Lagom - Felicità
Lagom - la formula svedese per la felicità
Lagom: il trend scandinavo del benessere Ci chiediamo costantemente come trovare la felicità. Che sia al lavoro, in amore o in qualsiasi altra situazione di vita. Quindi la domanda rimane: esiste una formula per la felicità? La risposta...
Donna seduta sul letto che sorride con un bicchiere in mano. Senza dolore da adenomiosi.
Adenomiosi ed endometriosi: quali sono le differenze?
Adenomiosi - un sottotipo di endometriosi altrettanto doloroso. Si tratta di una malattia in cui le pareti uterine si ispessiscono, rendendo le mestruazioni ancora più dolorose. Ma qual è la differenza con l'endometriosi e quali sono i possibili fattori di rischio della malattia?

Iscriviti subito alla nostra newsletter!

Ricevere contenuti rilevanti sul tema della salute